Intervista ad Andrea Spinelli. Un Rock’n’roll Live Painter

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

“Ritraggo i musicisti mentre si esibiscono dal vivo”

Nato a Milano nel 1990, Andrea Spinelli ama presentarsi così. ROCK N ROLL LIVE PAINTER ci verrebbe da dire. O semplice Artista con un talento fuori dal comune.

Andrea non riesce a separare l’amore per la musica da quello per le arti figurative. Il 18 Marzo 2017 ha festeggiato al Tambourine di Seregno i suoi primi 100 Ritratti ritraendo dal vivo Diodato in solo acoustic. Abbiamo voluto fare quattro chiacchiere con uno dei più grandi talenti della sua generazione.

 
1) Ciao Andrea, iniziamo a chiederti subito come ti definisci e quale tipo di disegno preferisci. 
 
Ciao! Non saprei davvero come definirmi: da 26 anni a questa parte mi piace pasticciare gli spazi bianchi che trovo attorno a me con un po’ di colore e ascoltare i suoni che gli strumenti musicali o gli oggetti emettono.
Riguardo il tipo di disegno che preferisco, negli ultimi anni ho riscoperto Picasso e una mia inspiegabile tendenza a “squadrare” e geometrizzare la realtà.
 
2) Quali sono le tue fonti di ispirazione e gli Artisti che ammiri ?
 
Oltre a Picasso ci sono altri pittori che amo molto: Chagall, William Turner, Van Gogh, Rothko. Gli artisti che ammiro invece sono un discorso un po a parte: li seguo soprattutto per la loro attitudine; provo di capire in quale modo siano riusciti ad ottenere determinati risultati e cerco di applicare la loro esperienza vissuta alla mia quotidianità. Molte di queste persone sono in realtà amici o conoscenti che ho attorno a me.
 
3) Che tecnica usi ?
 
Utilizzo degli acquerelli diluiti a base di china; spesso li combino con gli acquerelli tradizionali. I primi accendono il dipinto perché appunto sono a base di inchiostri, gli ultimi invece li utilizzo per una questione di gamma cromatica.
 
4) Ti cimenti spesso in  live-painting ? Mi è capitato di fotografare i concerti disegnati di Baronciani e devo dire che mi hanno lasciato estasiato. Nel caso, Con quali gruppi hai avuto modo di collaborare ?
 
Spesso mi parlano dei concerti disegnati di Baronciani e Colapesce; purtroppo ho avuto modo di seguirli solo tramite dei video su YouTube. Mi piacerebbe molto conoscere Baronciani e capire come lavora in questo senso.
Il 90% dei miei lavori l’ho realizzato proprio durante concerti musicali. In questo anno e mezzo ho avuto la fortuna di ritrarre dal vivo artisti indipendenti e non, nazionali ed internazionali: Levante, Afterhours, Il Teatro Degli Orrori, Iosonouncane, Antonella Ruggiero, Eugenio Finardi, Branford Marsalis & Kurt Elling, Daniele Celona e molti altri (più di 150).
 

 
5) Gusti musicali, preferenze ? Cosa stai ascoltando in questo periodo ?
 
Devo dirti la verità non sono più un divoratore di musica tanto quanto lo ero tre o quattro anni fa. Credo che la proposta musicale sia peggiorata tantissimo nel mondo della musica indipendente. Però ultimamente sto ascoltando molte cose interessanti, su tutti: Bjork, Alt-j, Diodato, Steve Howls, Afterhours, Niccolò Fabi.
 
6) Ci fai una tua personale playlist ?
 
Certo!
 
– Bjork – All Is Full Of Love
– Cinematic Orchestra (qualsiasi cosa! Sono spettacolari!)
– Diodato – Cosa Siamo Diventati (tutto il disco)
– Paolo Benvegnù – Cerchi Nell’Acqua
– Modugno – Amara Terra Mia
– Afterhours – L’Odore Della Giacca Di Mio Padre
 
…e ora potete farvi ricoverare per la tristezza. Però almeno avrete ascoltato della gran musica!
 

7) Spazio libero. I Tuoi futuri progetti, e qualsiasi altra cosa tu voglia dire.

Rimanendo coerente alla risposta che ho dato alla prima domanda, sfrutto lo spazio libero per ringraziarvi e per disegnarci una farfalla:

 
Per informazioni o acquistare i lavori di Andrea : http://andreaspinelliart.it
 

Share.

Leave A Reply